Via il dente, via il dolore!

Via il dente, via il dolore!
si usa dire.

Allora eliminiamo l’amore così nessuno rischia di soffrire?

O è meglio curare le ferite e cercare rimedio?

Io non lo so.

Da un lato credo che l’amore vada coltivato, come una pianta, un cane o un figlio, insomma come una vita,

dall’altro sono convinta che sia qualcosa di spontaneo;

o c’è o non c’è.

L’interrogativo sorge quando stenta a farsi sentire,

quando l’emozione prende il sopravvento, sovrastato dalla razionalità

che mette in gioco tutt’altri fattori:

tempo, amicizie, denaro.

Che siano finiti i tempi del “vissero per sempre felici e contenti?”

che siano mai esistiti?

O sono semplici parole intrappolate nelle pagine di favole fatate per bambini

che non conoscono ancora la paura,

che hanno ancora fiducia

e credono nei sogni.

E se così fosse,

perchè illuderli?

Non è che in fondo ci crediamo anche noi?

Se no perchè aspettiamo ancora che arrivi Babbo Natale

che in un modo o in un altro non stenta mai a farci trovare i regali sotto l’albero?!.

2 comments

  1. ilmotard · novembre 24

    E del dolore dell'”estrazione”, cosa ne facciamo, dove la collochiamo? Ne vogliamo parlare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...