Cos è per me una donna?

È quella persona in grado di dare amore disinteressato
Tanto da far sentire a casa ovunque
È innanzitutto mamma: dei propri figli, del proprio marito e persino dei genitori oltre che del cane
È chi ha gli attributi quadrati quando si tratta di fare scelte e prendere decisioni
È chi ha la battuta pronta e fa ridere
Chi dice sempre cose interessanti, stimolanti ed avvincenti
Chi tira su e mette in piedi qualunque cosa
Chi riesce a perdonare, ad andare oltre, a crescere insieme
È chi non si permette mai di stare poco bene o avere bisogno di null’altro che dell’amore sconfinato che costruisce attorno a se
È chi ti sa star vicino quando serve e ancor di più lontano, quando è meglio
Tutti i profumi, vestiti, gioielli, borsette e coafeur non rendono di certo una donna tale.

Cos’è per me l’uomo?

È lo stretto tra quelle braccia che ti fa sentire una piuma leggerissima
È il profumo del mio piatto preferito in cucina
È l’Inno alla gioia di Beethoven
È all inclusive – amore, odio, amico, genitore, cane –
È la forza disumana che fa scivolare le labbra nelle mutande quando incroci il suo sguardo
È il senso di essere donna, di essere diversa, per poterlo completare
È il pensiero che non mi viene in mente e l’unico a cui penso sempre
È la parola di conforto, la spalla su cui piangere, il nido in cui rifugiarsi
È l’amore infinito che mi nutre il cuore, apre la mente e da il coraggio di affrontare qualunque cosa