GENITORI – fare ed esserlo – due cose diverse

genitori

La fondamentale differenza tra l’ESSERE e FARE i genitori.

Direi che esserlo, tra le due, sembra la più facile nella maggior parte dei casi. Fai un figlio e sei genitore. E poi? Come si fa a farlo?

Beh, questa è tutt’un’altra storia. Tramandata credo di generazioni in generazioni tramite DNA  e non solo. Consigli mai accettati, punti di vista non condivisi, liti e abbracci di consolazione. Ma soprattutto tanti sbagli, tappe bruciate e stereotipi che sembrano sempre vissuti per la prima volta.

Impegnarsi a capire, a cedere, a distinguere quando è meglio dire di si piuttosto che no. Ma soprattutto a riconoscere il momento in cui è necessario accettare e cosa: una mano, un parere o una semplice carezza.

Essere fermi nelle posizioni che si prendono per non indurre in errore. Cercare di essere affettuosi ma non troppo. Stare sempre allerta ma non addosso. Insomma. È un casino. E non esistono manuali.

C’à solo un modo per imparare a farlo. Ascoltare il proprio istinto. La propria natura. Il flusso naturale delle cose. Lasciar scorrere il coraggio insieme alla paura, aprire gli occhi e seguire il proprio cuore pieno di amore che ci indica sempre la strada giusta.

18 comments

  1. Do · aprile 21, 2016

    Beh oltre a questo qualche manuale esiste, certo non sono manuali del tipo “TODO List” sono più discorsivi.. 😉

    • carolinsigna · aprile 22, 2016

      si do ma il punto non era come fare. era più che altro sulla DIFFERENZA .. cmq sì è vero. ma qst era una semplice riflessione. senza voler consigliare niente a nessuno!

      • Do · aprile 26, 2016

        Ma ti è arrivata la mail?

      • carolinsigna · aprile 27, 2016

        No Do. La mia mail e’ incasinatissima. .

      • Do · aprile 27, 2016

        Fatto. Cancella il tuo commento con la mail per prevenire spam.
        Se non ti arriva la mia mail scrivimi tu.
        Abbi pazienza ma l’app di wordpress non mi permette neppure di copiare il testo

  2. Antippa · aprile 21, 2016

    Non sono genitore.
    Dico solo che l’amore e l’interesse sta alla base di tutto.
    Se ci sono quei due elementi, non si potrà che essere buoni genitori.

  3. mitikalu · aprile 21, 2016

    che poi ESSERE VS FARE è una differenza che c’è in tante situazioni, in tanti ruoli, dipende quanto ti vuoi spendere…

  4. newwhitebear · aprile 21, 2016

    Non vedo molta differenza tra ESSERE e FARE. In entrambi i casi le cose non sono semplici. Fare un figlio? Si deve ESSERE consapevoli che essere genitore non sarà semplice.

    • carolinsigna · aprile 22, 2016

      già. ma farlo significa riuscire anche a dire di no. esserlo è un perenne consenso

      • newwhitebear · aprile 22, 2016

        Non ho capito bene la differenza.

    • carolinsigna · aprile 22, 2016

      almeno qst è quello che volevo intendere

  5. Annalisa · aprile 22, 2016

    Si è genitori dal momento in cui il test evidenzia due linee rosa, ma si “impara” a farlo giorno dopo giorno, con l’esperienza. La biologia, credimi, non c’entra nulla: è l’amore che rende un genitore degno di tale nome. E poi, concordo con te, c’è tutto il corollario di piccole “regole” per riuscire al meglio nel compito, o almeno per provarci.

  6. gaetano pesce · aprile 26, 2016

    Immagina che neanche la pedagogia ha un unica linea di educazione…
    Ciao da Gaetano P.

  7. Pingback: SABATOBLOGGER 22. I blog che seguo | intempestivoviandante's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...