È troppo tardi?

Il primo passo verso la morte è proprio la vita. Penso sia un po’ la stessa cosa per il successo. L’unico modo per avvicinarcisi è fallire. Magari anche tante tante volte.
Merita?
Non sono io a deciderlo.
Per me vale la pena tutto. Provarci, riprovarci, sbagliare, rompere, riattaccare i pezzi, smantellarli, buttarli per aria, prendere una nuova tela e ricominciare tutto da capo, una, due, mille volte. Non credo al tempo né al destino. Penso dipenda tutto da se stessi, dall’attimo in cui si vive, dall’ispirazione che si ha. È proprio questo che determina la voglia di intraprendere una strada piuttosto che un altra, mangiare il dolce o salato, uscire o restare.
Non credo sia troppo tardi, mai, per niente e per nessuno. Non credo sia tardi per venire fuori, vivere, innamorarsi, fare follie.
L’unica cosa in cui credo è l’amore. Libero, infinito, incondizionato. La mia più grande ispirazione.
Come un cane che si morde la coda, io e lui ci rincorriamo. Chi è il cane? E chi la coda? Che importanza ha? Alla fine è pur sempre un cerchio perfetto, come quello di Leonardo Da Vinci, che rottola su se stesso, chiuso, senza farci entrare nessuno.

AMORE

Verde, rosso, grasso, alto, storpio. Può essere di tutti i tipi. Per chiunque. Ma penso di aver finalmente capito che cos’è.
È quella sensazione che provi quando guardi il tuo cucciolo negli occhi e ti senti felice. Non importa di che razza sia, quante gambe abbia nemmeno quello che dice o non dice. Qualunque cosa faccia lo si ama e basta.

Una bella lezione

Non ricordo nulla di nessun esame che ho passato. Invece di Privato, in cui mi bocciarono di brutto, ricordo ancora ogni singolo articolo.
Tutti mi dicevano che mi avrebbero sicuramente bocciata perché il professore bocciava a manetta.
Sono sicura che se mi fossi detta: ce la puoi fare, ce l’avrei fatta. Anche meglio di tutti gli altri esami che ho superato, perché ero preparata molto di più e perché anche gli altri non scherzavano con le bocciature.
Invece ho preferito pensare che non ce l’avrei fatta.
Insomma la verità è quella cui ci fa più comodo credere. Quella che più ci piace raccontarci. Questa è l’unica cosa che ho imparato laureandomi in legge.

Tra la la

La musica
C è poco di meglio. Hanno persino dimostrato che produciamo le stesse sostanze di cui non ricordo il nome, che il nostro fisico produce quando si fa l’amore. Sempre che la canzone che si ascolta sia quella che piace tanto, ma proprio tanto