cos’è una PERSONA What is a PERSON

Immagine

Un mondo infinito, a volte inesplorato, messo insieme da piccole sfumature variegate.

Lo dice anche la scienza stessa, quella dei cromosomi x e y: siamo un pò l’uno e un pò l’altro: chi più maschio chi più femmina, ma non per questo migliori nè peggiori. C’è ne per tutti i gusti. 

In questa gamma cromatica di luci soffuse, ognuno abbiamo delle qualità, magari però anche delle debolezze. Dipende solo dai punti di vista. Tra le pennellate colorate, a tratti con sfumature incisive, altre volte invece semplici ondate d’acqua trasparente per cercare di smaltire i toni più decisi, facciamo delle scelte ogni giorno. A volte buone, altre per nulla. L’unica differenza è la conseguenza cui andiamo incontro. Tutto qui.

 

An endless world, sometimes unexplored, put together by small variegated hues.

Also the science itself, the one of the chromosomes x and y, says: we’re a little of one and a bit of another, someone  more male, and someone else more female, but not for this reason better nor worse.There is enough choice to suit all tastes.

In this color range with soft lights, each have qualities, but maybe also some weaknesses. It just depends on your point of view. Among the colorful brush strokes, sometimes with shades incisive, other times among simple waves of clear water to try to dispose of the bolder tones, we make choices every day. Sometimes good, other not at all. The only difference is the result which we run into. That’s it.

 

 

27 comments

  1. Erik · maggio 19, 2014

    una persona è energia, una persona è magia…

  2. vagoneidiota · maggio 19, 2014

    Un po’ uno, un po’ l’altro.
    Democrazia universale.

  3. loscalzo1979 · maggio 19, 2014

    Bella definizione, mi piace ^_^

  4. Do · maggio 19, 2014

    L’unica differenza le conseguenze…. è un punto di vista quasi divino…

    P.S.
    come mai i post tradotti? (volevo farlo anche io, ma non sembrava una buona idea)

    • carolinsigna · maggio 20, 2014

      Che bello trovare qualcuno che abbia colto VERAMENTE quello che volevo dire!
      Ho cominciato a tradurre i post anche in inglese per degli amici russi che me lo hanno esplicitamente chiesto. Non sò se sia effettivamente una buona idea o meno, ma così anche loro capiscono 🙂
      Buona giornata!

      • Do · maggio 20, 2014

        🙂

        Beh a richiesta esplicita direi che hai fatto benissimo.

        Io lo pensavo perché alcuni post, quelli che riguardano al complessità probabilmente sarebbe più apprezzati all’estero, però, usando wordpress.com sembrava meglio fare 2 blog separati…

        Scopi diversi.

        Epperò ora mi piacerebbe vedere il seguito di questo post…

        Chi si pone in giudizio per presunzione o costrizione… cosa può guardare?

      • carolinsigna · maggio 20, 2014

        vediamo 🙂

      • Do · maggio 20, 2014

        …uff… mi tocca aspettare 😦

  5. Silvia · maggio 19, 2014

    Bellissima definizione…..ognuno con i propri pregi e difetti 🙂
    Buon inizio settimana!

  6. cordialdo · maggio 19, 2014

    Una persona, però, è molto di più dell’insieme dei suoi cromosomi! E’ il bagaglio acquisito nell’ambiente in cui è vissuto, è il tipo di educazione che ha ricevuto, è il grado di cultura che ha raggiunto, è il suo carattere ed i suoi comportamenti intrecciati, è il suo livello di socializzazione, è la sua filosofia di vita e, credo, molte altre cose ancora. Non credi? Non vorrei che ci si limitasse all’aspetto biologico, al grumo di cellule costituito dal dna, importante solo per fare altro tipo di analisi.

    • carolinsigna · maggio 20, 2014

      sicuramente molte altre cose ancora. Infinite… Ma credo di non essermi spiegata. Quello che intendevo è che ognuno di noi è TUTTO (a partire dei cromosomi) e per questo siamo liberi di fare QUALUNQUE scelta, stando l’unica differenza solo nelle CONSEGUENZE.

  7. Erik · maggio 19, 2014

    mi piace anche questa: ogni persona, tutte, nessuna esclusa, presenti, passate e future, sono una piccola parte della storia del mondo..

    • carolinsigna · maggio 20, 2014

      passate e future.. mi hai superato!.. nella mia immaginazione non le avevo comprese! Favoloso! Grazie!

      • Erik · maggio 20, 2014

        🙂 adoro rendermi conto che dal grande sogno non mi son ancora svegliato… 🙂

  8. gaetano pesce · maggio 19, 2014

    Ciao cara,
    tocchi un argomento molto bello e che tempo fa avevo trattato nel mio blog nel titolo ” essere diversi”. In questa sicietà non tutti hanno la sesibilità per notare come tu definisci gli effetti derivati da una pennellata colorata.Io sono per i pari diritti e non esiste differenza intellettuale fra maschio e femmina. La donna ( ed è un mio pensiero personale e non vuole essere di natura maschilista) non deve abbandonare la sua femminilità e l’esser donna, perchè all’interno di queste figure il ruolo di mamma, di educatrice e di organizzatrice ne è la regina. Non deve dimostrare niente a nessuno. Per chi crede in Dio, dico che è una benedizione che le persone siano tutte diverse: caratterialmente, intellettualmente, che un uomo sia più uomo ed un’altro meno e così anche la donna.
    Faccio l’infermiere da 20 anni e tratto pazienti di varia natura e dico che la nostra società per alcuni aspetti si è evoluta, ma per tanti altri si è indietro.Bisognerebbe fermarsi e guardare, vuglio dire Torino d’ estate riflette dei colori spettacolari, brillanti, gioiosi; gli stessi colori d’inverno riflettono l’opposto. Mi fermo a guardare le persone, molte sono vuote dentro.
    La conseguenza che in tutte le cose necessita un equilibrio e dal punto di vista colori l’effetto cromatico è molto più bello quanti più colori sono presenti. Anche la nostra alimentazione necessita di un pò di tutto certamente accompagnato da un buon vino, bianco, rosso o rosato, secco o frizzante, fruttato o meno.
    Un caro saluto da G.P

    • carolinsigna · maggio 20, 2014

      Caro G.P., complimenti per il tuo lavoro! Bella la descrizione di Torino. Ci sono stata di recente tra l’altro. Del resto cosa dire? la donna e donna, l’uomo è uomo. da sempre . ma c’è chi è anche altro. volutamente o meno. ci sono donne che hanno degli attributi notevoli e mantengono famiglie numerose e uomini che convivono con i genitori a età inoltrate. non voglio giudicare nessuno da nessun punto di vista. Col mio post volevo semplicemente dire che dentro di noi abbiamo tutto! (per questo facevo riferimento ai cromosomi) e volevo incitare a pensare solo alle conseguenze delle scelte che facciamo. perchè nessuno ci può giudicare se non noi stessi, dopo averlo fatto o evitato.
      Buona giornata e Buon lavoro!

      • gaetano pesce · maggio 21, 2014

        Ciao cara,
        partire con solo un milione delle veccie lire, un contratto di lavoro, cercarsi la casa il giorno in cui si arriva in questo piccolo paese, lasciando le valigie in stazione; riuscire a trovare un tetto la stessa giornata. C’è dentro voglia di fare. Oggi sono un’infermiere che ha vent’anni di esperienza sulle spalle. Credevo e credo ancora oggi in qualcosa. Quante volte avere voglia di un caffè partendo per Firenze, Roma …Vivere tenendo la testa ferma sulle spalle.Mi piace molto quello che scrivi e lo condivido pienamente; uomini ,donne o la qualunque altro che americani considerano other a per me hanno tutti eguali diritti sociali e giuridici. penso che ai noi mortali non tocchi giudicare. Ammiro le donne che hanno portato avanti una famiglia ed a volte anche numerosa. Ecco perchè amo il campeggio, la natura, mi piace fare, mi piace la luce della candela, la coperta ed il camino. Bisogna essere rudi in alcune occasioni, evoluti e raffinati in altre.
        Spero di non annoiarti, ma penso che l’uomo deve insieme alla donna essere un completarsi insieme senza fare a gare, lo scopo è la meta divertendosi tanto non un pò ma tanto.
        Ciao Gaetano

      • carolinsigna · maggio 22, 2014

        Sono pienamente d’accordo con te. Ed è proprio per questo che mi piace persino scrivere all’impersonale (a volte nei panni di una donna altri cercando di mettermi in quelli di un uomo).
        Grazie, Gaetano!
        Buona giornata!

  9. gianca · maggio 21, 2014

    L’ha ribloggato su O C T A G O N.

  10. bigetto · maggio 24, 2014

    non mi piace scegliere….e’ troppo faticoso e responsabile…. eheheheheh….

  11. Tropic of World · maggio 25, 2014

    Alle Persone preferisco i Bambini… Tutte le persone son state bambini, ma i bambini sono bambini… Con la loro innocenza e le persone sono persone… Con la loro coscienza ! 🙂

    • carolinsigna · maggio 26, 2014

      ma anche da grandi siamo ancora bambini in fondo, solo che per l’appunto un pò più “grandi” 🙂

      • Tropic of World · maggio 26, 2014

        Molto in fondo credo 🙂 da grandi ci si dimentica come è esser bambini, purtroppo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...