Dire NO

Sembra facile
Invece a volte è proprio questa la cosa più difficile
È proprio un NO che fa la differenza
tra uno stato d’animo e un altro, tra l’esserci o meno, tra sensi di colpa insoluti per non esserne stati capaci.

Non esistono stronzi

Dipende dal momento, dall’approccio.
Dall’umore al tono,
Dallo sguardo all’accento, all’intonazione
Dai colori che si indossano alla circostanza
Dall aspetto fisico al profumo
Insomma c’ è sempre una scusa
Ma anche una chiave per accedere al cuore del apparentemente peggiore.
Basta sapere quale sia questo colore, profumo, parola giusta 🙂

La relatività dalla mia prospettiva

Due facce opposte della stessa medaglia
Una sincronia di emozioni contrastanti che pulsa nelle vene allo stesso ritmo contemporaneamente
Non c’è giusto nè sbagliato
Si tratta solo di lezioni che ci permettono di imparare cosa fa bene e cosa no
Non credo esista una sola verità
Penso sia un po’ come l’ebrezza del vino
Dipende solo dalla quantità.

LA LIBERTA’

Un miraggio
Sono troppi che ne parlano in modi diversi
Secondo me, nel farlo, è il primo paletto che si mette.
In un mondo per assurdo libero non sarebbe nemmeno necessario parlarne, magari non verrebbe nemmeno coniata la parola per indicare qualcosa che esiste a priori

La lista della spesa

“Amore, mi servirebbe solo:
– uno chef Michelin
– delle calze a rete autoreggenti
– un paio di tacchi a spillo
– lo Champagne
– una goccia di Coco Chanel
– e un po’ di rossetto rosso!”

“Non preoccuparti, facciamo che ci penso io alla cena sta sera!”

IL TEMPO

Non è mai abbastanza. Sempre relativo. Minuti eterni e anni passati in un lampo. Ma come si fa a capire dove inizia e quando finisce? A me sembra tutto sempre in continuo cambiamento, in perenne evoluzione. Tutto. Tranne il tempo.